martedì 15 dicembre 2015

Marignano! Finalmente!!!


Il tavolo di gioco: sulla destra le colonne svizzere, a sinistra, dietro il fossato l'avanguardia francese e, sulla collina, il corpo principale al comando del Re

E allora, alla fine, ce l'abbiamo fatta! Giusto in tempo per festeggiare il 500° anniversario della Battaglia dei Giganti, domenica scorsa al Miles Gloriosus abbiamo ri-combattuto la battaglia che segnò la fine della dominazione svizzera sul Ducato di Milano e la vittoria definitiva del giovane re di Francia, Francesco I.

Abbiamo scelto di utilizzare il regolamento Pike & Shotte con alcune varianti (riportate su questo stesso blog in una pagina a parte).
Il regolamento ha "girato" molto bene e siamo riusciti a fare tantissime mosse: lo scontro ci ha impegnato per circa 5 ore (oltre ad una sontuosa pausa pranzo al ristorante giapponese...).
Hanno partecipato 7 giocatori oltre all'arbitro.
Il corpo principale francese con i gendarmi e la banda nera dei Lanzi.
 Gli army lists li trovate in un'altra pagina, sempre su questo blog.




Le colonne svizzere avanzano
Com'è andata? Storicamente, direi. Le tre colonne principali svizzere sono avanzte sopportando il tiro delle artiglierie francesi fino al fossato, per impegnare il quadrato di picchieri francesi che, nonostante le scarse aspettative, si è comportato assai gagliardamente prima di cedere il passo. nel frattempo, mentre i gendarmi francesi  calpestavano duramente le poche cavallerie pesanti milanesi, sull'altra ala le cavallerie leggere francesi tenevano impegnata l'avanguardia svizzera formata da tiratori e alabardieri. Finalmente, sull'ala sinistra svizzera una piccola unità di cavalleria leggera riusciva a prendere sul fianco le artiglierie reali allegerendo la pressione sulla colonna di picchieri più esposta che riusciva a resistere solo grazie all'incoraggiamento del cardinal Schinner.

Travolta l'avanguardia francese, le colonne svizzere si trovano con un bel pò di perdite subite ed attaccate dai gendarmi francesi da tutte le parti. La colonna di destra si scontra con i Lanzi delle Bande Nere e dopo un breve ma furiosissimo combattimento (Ah, la Mala guerra!), lo mettono in fuga.

Ma sulla sinistra la situazione è ben più drammatica: il quadrato svizzero è attaccato ad ondate e contemporaneamente più e più volte dalla Gendarmeria e, alla fine, soccombe e rompe!

A quel punto, cala la sera, gli svizzeri si rendono conto che non riusciranno a raggiungere il campo avversario prima della notte e, anche se ci riuscissero, troverebbero la retroguardia francese, non ancora impegnata ad attenderli. Quindi, inizia la ritirata verso le proprie linee, chissà, forse per riattaccare domani.

A sinistra, i picchieri francesi contrastano bravamente l'assalto confederato
Insomma, proprio come andò 500 anni fa!




Il quadrato di picchieri Lanzi

Una foresta di picche!

La gendarmeria del re si prepara ad avanzare

I Gendarmi del corpo principale francese cominciano a scendere dalla collina, mentre quelli del Borbone si predispongono ad attaccare il retro della colonna svizzera di sinistra.

Clash! Il riccio svizzero viene attaccato su due fronti dalla migliore cavalleria d'Europa!
*************


And then , finally , we did it ! Last Sunday, just in time to celebrate the 500th anniversary
 of the Battle of the Giants, at the Miles Gloriosus Club we re - fought the battle that marked the end of the domination of the Swiss over the Duchy of Milan and the final victory of the young king of France, Francis I.

We chose to use the Pike & Shotte rules with some home-rules ( reported on this same blog 
in a separate page ) .
The rules have " worked " very good and we were able to do lots of moves : the clash 
has engaged for about five hours ( in addition to a sumptuous lunch at Japanese restaurant ... ).
7 players participated over the umpire.

The army lists can be found on another page , always on this blog .
How did it go? Historically, I would say. The three main block of Swiss pike advanced to
 the ditch under the shooting of the French artillery, to engage the square of French pikemen, 
which, despite low expectations, has behaved very gallantly before giving way. In the meantime, 
while the French gendarmes severely trampled the few heavy Milanese heavy cavalry, on the other 
wing the French light cavalry held committed the vanguard Swiss made up shooters and halberds. 
On their left wing, a small Swiss light cavalry unit could take the flank of royal artillery, so to light 
pressure on the more exposed pikemen column that could resist only thanks to the encouragement 
of Cardinal Schinner.

Overwhelmed the French avant-garde with a lot of losses, the Swiss columns are attacked by 
French gendarmes from all sides. The right column collides with the Landsknecht of the Black Bands 
and after a short but furious battle (Alas, the Bad war!), put it on the run.

But on the left, the situation is far more dramatic: the Swiss square is attacked in waves and at the
 same time over and over again by the Gendarmerie and eventually succumbs and breaks!

Then, dark falls, the Swiss realize they will not be able to reach the enemy camp before the night 
and, even if they do, they would find the French rearguard, which was not yet committed, to meet 
them. So they begins the retreat to their own lines, who knows, maybe to fight again tomorrow.
 
So , just how did 500 years ago !


sabato 7 novembre 2015

Come John Wayne? Like John Wayne?

Non sono proprio sicuro del fatto che gli archibugieri a cavallo del rinascimento sparassero dalla sella, magari con il cavallo in movimento, proprio come il buon vecchio John Wayne.
Però, mischiando i pezzi delle nuove miniature della Cavalleria leggera Rinascimentale della Perry, con le braccia degli archibugieri a piedi della scatola dei mercenari europei viene fuori qualcosa che rende l'idea...
Comunque sono pezzi molto dinamici!








I'm not really sure of the fact that the mounted arquibuisieurs of the Renaissance shot out from the saddle, perhaps with the horse in motion, just like the good old John Wayne did . However , mixing the pieces of the new light cavalry Renaissance of Perry miniatures , with the arms of the  foot arquibuisieurs from the  box of European mercenaries something comes up that makes the idea ... However pieces are very dynamic !
The Duke would have been proud of them!

venerdì 6 novembre 2015

Arriba Espana!

Pochi giorni fa mi sono deciso. Era ora di iniziare un nuovo esercito, quello spagnolo-napoletano, con le sue colunellas, unità miste di picchieri, archibugieri e fanti armati di spada e scudo (rodeleros).
L'unica casa che li produce, che io ne sappia è la The Assault Group (TAG). Li ho ordinati e in pochissimi giorni (!!!) mi è arrivata una elegantissima scatola, peraltro doppia, con tutti i blisters.
I pezzi sono molto belli, ben scolpiti e con appena un filo di sbavatura, solo su alcuni.
Mi hanno mandato anche una special edition miniature, ovviamente un Rodelero!

Picchieri
Rodelero
Rodeleros
I Comandi
Archibiugieri
Il Rodelero  Special edition



A few days ago I decided. Time has come to start a new army , the Spanish - Neapolitan , with its colunellas, mixed units of pikemen , musketeers and soldiers armed with sword and shield (rodeleros). The only company that produces them that I know of is The Assault Group ( TAG ) . I ordered them and in a few days ( !!! ) I received an elegant box, also double , containing all the blisters . The pieces are beautiful , well- sculpted and with just a faint smear, only on some. They have also sent a free special edition miniatures , obviously a Rodelero !

lunedì 2 novembre 2015

Lo spingardone! The Landsknecht Handbuchse light gun...

Per rinforzare le fila dei lanzi, ho preparato questa spingarda , o cannoncino leggero, (Handbuchse light gun) della Warlord Games...




mercoledì 30 settembre 2015

Novara, di nuovo... - Battle of Novara again

Domenica scorsa abbiamo giocato di nuovo la battaglia di Novara, ma stavolta abbiamo utilizzato il regolamento di James Roach "Hell Broke Loose" (da me tradotto in Italiano con il titolo "Aut Caesar aut nihil"). Il risultato è stato molto più storico con i gendarmi francesi che non sono, per la maggior parte, riusciti a raggiungere il campo di battaglia in tempo, ed i quadrati svizzeri che sono avanzati come schiacciasassi su tutto il campo, calpestando anche il grande quadrato degli odiati lanzichenecchi.
Alla fine, i francesi hanno terminato i propri Punti Morale dell'esercito e la carta "Morale d'esercito" ha messo fine alla combattutissima giornata. E dire che, all'inizio, gli svizzeri, bersagliati dai balestrieri genovesi e dalle artiglierie francesi, sembravano parecchio scoraggiati!
Insomma, veramente molto divertente e pieno di colpi scena!

Tutte le foto sono dell'amico Gianvittorio Fedele e sono prese dal blog del Miles Gloriosus.
French Gendarmes try to find a weak point in a Swiss pike square

Last Sunday we have played again the Battle of Novara, this time using James Roach's rules "Hell Broke Loose". Result  was much more historical than the previous game with Swiss squares destroying the Landsknecht square and acting like a steam roller all over the table!
French Gendarmes did not succeded in being engaged actively in the battle (so like the Swiss light guns...). At the end the French finished their Army Morale Points and after some time an Army Morale Card ended the game.
Really fun for all the involved players and the umpire too!

All the photographs are by courtesy of Gianvittorio Fedele (Miles Gloriosus blog)
The great Swiss square advance toward its hated enemy, the Landsknecht (below)


The French Gendarmes try slowly to reach the battlefield

French guns are assaulted by Swiss arquebousiers


Genoese crossbowmen trying to stop the Swiss


domenica 17 maggio 2015

Finalmente sul campo

Finalmente, dopo due anni di preparativi, siamo riusciti a schierare abbastanza miniature per giocare! Abbiamo deciso di rigiocare la battaglia di Novara che, nel 1513, mise a confronto l'armata svizzera con quella francese, non ancora comandata da Francesco I.
Tutte le informazioni relative alla battaglia le troverete sui miei due principali blog di riferimento, "Olicanalad" e "Blunders on the Danube".
Utilizzando il regolamento Pike & Shotte, sono state schierate le seguenti unità:

Francesi:
  • 4 Unità di Gendarmi
  • 2 unità di balestrieri in ordine chiuso
    I balestrieri francesi
  • 3 unità di balestrieri in ordine aperto
  • 1 unità di balestrieri a cavallo
  • 1 unità di stradiotti
  • 1 quadrato di lanzichenecchi
    L'ala sinistra francese, con i lanzichenecchi e le artiglierie
  • 1 unità di archibugieri lanzi
  • 2 batterie di artiglieria media

Svizzeri
La colonna destra degli svizzeri
  • 3 quadrati di picchieri
  • 1 unità di alabardieri
  • 3 unità di archibugieri
  • 1 batteria di art leggera
  • 1 unità di cavalleria pesante

La battaglia ha visto l'attacco a sorpresa degli svizzeri su tre direttrici d'azione, mentre le cavallerie francesi ancora dormivano nell'accampamento. Nonostante il ritardo nell'intervento dei gendarmi, le altre unità francesi sono riuscite a trattenere gli svizzeri abbastanza a lungo per dar tempo ai cavalieri di intervenire. Alla fine la vittoria ha arriso ai francesi grazie ad una travolgente carica della cavalleria pesante che ha travolto un quadrato svizzero che aveva appena aperto un varco nello schieramento francese respingendo il quadrato dei lanzi.

Risultato soddisfacente anche per il regolamento che, debitamente "limato" con qualche modifica di piccola entità, ha "girato" molto bene (rapido da imparare e da giocare) e senza incongruenze storiche.

E adesso, sotto con Marignano!

Tutte le foto sono di Giuseppe D'Aprile


L'attacco iniziale del centro svizzero, mentre la nobiltà francese ancora ronfa...
I gendarmi francesi appesa scesi dal letto!






La cavalleria milanese, supportata da un quadrato svizzero, è attaccata
dagli stradiotti e dai balestrieri a cavallo


L'attacco dell'ala destra svizzera contro i Lanzichenecchi

 
Finally, after two years of preparation, we were able to deploy enough miniatures to play!
We decided to replay the battle of Novara, in 1513, where the Swiss army defied the French, not yet controlled by Francis I. The data relating to the battle are on my two main blogs of reference, "Olicanalad" and "Blunders on the Danube".
Using "Pike & Shotte" rules, we deployed the following units:

French:
• 4 units of Gendarmes
• 2 units of crossbowmen in close order
• 3 units of crossbowmen in open order
• 1 unit of mounted crossbowmen
• 1 unit of stradiotti
• 1 square of Landsknecht
• 1 unit of Landsknecht arquebusiers
• 2 medium artillery batteries


Swiss 

One of the Swiss squares

• 3 squares of pikemen
• 1 unit of halberdiers
• 3 units of arquebusiers
• 1 battery of light art
• 1 unit of heavy cavalry


The battle saw the surprise attack of the Swiss on three directions of action, while the French cavalry were still asleep in the camp. Despite the delay in the intervention of the Gendarmes, the other French units have managed to retain the Swiss long enough to give time to the cavalry to intervene. In the end, victory he has smiled to the French thanks to an overwhelming load of heavy cavalry that swept a square Swiss who had just broken through the French lines.
Solid performance for the regulation, duly "filed" with some minor change, has "turned" very good (quick to learn and play) and without historical inconsistencies.

And now, come on with Marignano, the Battle of Giants!

All photos are courtesy of Giuseppe D'Aprile

domenica 12 aprile 2015

E' primavera...

...arrivano i rinforzi, ed un pò di comandanti...
Nell'ultimo mese, sono riuscito a terminare alcune unità e le figure dei comandanti; eccole di seguito...

1) Archibugieri lanzi (Wargames Foundry)

2) Doppensolder lanzi (Wargames Foundry ed Artizan Miniatures)


3) Artiglierie medie/pesenti (Wargames Foundry)


 4) Comandanti
Due Comandanti Francesi: a sx, Louis de la Tremouille, a dx, Carlo IV di Valois, duca d'Alencon (Redoubt Miniatures)

Il Duca di Milano, Massimiliano Sforza (Perry Miniatures) ed il suo araldo (Wargames Foundry)

Gian Giacomo Trivulzio (Perry Miniatures)